• L’utile d’esercizio del produttore di automobili cresce del 48,5 percento, balzando a 1,4 miliardi di franchi
  • Le vendite mondiali centrano un nuovo record semestrale
  • Crescita considerevole in Giappone, India ed Europa

Suzuki continua a mietere successi: nel primo semestre dell’esercizio 2017/18 (1° aprile 2017 - 31 marzo 2018) la casa automobilistica giapponese ha incrementato significativamente sia le sue vendite mondiali sia il suo utile e fatturato. L’utile d’esercizio da aprile a settembre è aumentato del 48,5 percento, passando a 162,4 miliardi di yen (1,4 miliardi di franchi), il fatturato è cresciuto nello stesso periodo di tempo del 22 percento, passando a 1,67 bilioni di yen (14,7 miliardi di franchi).

Oltre agli incrementi di utile in Europa, Giappone e nella restante area asiatica, a incidere sul risultato è soprattutto l’andamento complessivo delle vendite: nel primo semestre dell’anno d’esercizio Suzuki ha venduto in tutto il mondo ben 1,58 milioni di veicoli, non solo ottenendo un aumento del 12,6 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma anche centrando un nuovo record semestrale. Sul mercato nazionale giapponese l’azienda ha incrementato le vendite del 7,2 percento, raggiungendo i 320.000 veicoli, risultato dovuto alla forte domanda di modelli nuovi come la Swift e alla minicar Wagon R, offerta esclusivamente in Giappone.

Ancora più sostenute sono state le crescite in India ed Europa: nel subcontinente indiano le vendite da aprile a settembre sono cresciute del 17,1 percento, passando a 826'000 veicoli, mentre in Europa si è registrato un aumento di ben il 19,7 percento, passando a 139'000 unità. Oltre alla nuova generazione di modelli del veicolo compatto Swift, a incidere maggiormente in questi casi sono stati il micro SUV Ignis e la SX4 S-Cross.


© 2020 Suzuki Automobile Schweiz AG - Tutti i diritti riservati